Prezzo stimato in euro: 4,00

Variabile! Il prezzo dei materiali comprati in Cina e' sensibile ai cambiamenti di valuta Dollaro - Yuan.

Questo kit prevede l'utilizzo di una scheda Arduino ma chi volesse evitare puo' montare direttamente le luci con uno spinotto per accendere / spegnere l'impianto. Nativamente le strisce di LED funzionano a 12v quindi si possono alimentare direttamente con una batteria lipo a 3s, per abbassare il voltaggio (es da 4s a 12v, per quanto si potrebbe prendere corrente da solo 3 celle) serve uno Step Down, per salire (da 2s a 12v) serve uno Step Up.

Generato il 2018-12-12.

1   Esempi e costi

  • 2m di LED vari + 1 spinotto: ~2euro
  • 3m di LED + Arduino, qualche transistor, spinotto: ~4euro

Per gli aerei che vanno con alimentazione a 3s / ~12v e' molto semplice realizzare un impianto di luci, basta utilizzare una striscia di LED della misura / colore preferiti da collegare direttamente alla connettore XT60 dell'ESC.

Orientativamente per i costi si consideri che 5m di LED bianchi costano circa 2.20 euro: per iniziare possono bastare un paio di metri di strip (prevalentemente bianche / rosse), uno spinotto JST per poter collegare / scollegare i LED se si vola in pieno giorno.

Aggiungere un micro controllar (1.2 - 2.2 euro) permette di pilotare le luci (lampeggi, intensita', singole parti in sequenza) e di utilizzare LED piu' sofisticati: RGB che possono assumere tutti i colori, Neopixel in cui ogni luce puo' essere indirizzata singolarmente sia come colore che intensita (una sdrucita RGB invece assume tutta lo stesso colore).

Note

I prezzi in Cina sono bassi ma le spedizioni possono richiedere 1/2 mesi con spedizione gratutita, si considerano per altro confezioni da suddividere tra piu' acquirenti. In genere Andrea ha una scorta di materiali per i corsi :)

1.1   Consumi

Un segmento (circa tre luci) consuma a massima potenza ~20mA per 12v, il consumo di una scheda Arduino e' di circa 1-100mA a 5v (presi dalla ricevente) a seconda del programma e del modello. In genere un paio di metri di LED non influiscono gran che' sull'autonomia o le prestazioni di un aereo con una batteria >1500mAh che vola per una decina di minuti, sopratutto se pilotati con un Arduino.

Le luci non devono essere costantemente accese alla massima potenza, utilizzando una scheda Arduino per lampeggiare e cambiare l'intensita' si riduce il consumo complessivo delle luci dato che non restano sempre accese. Per altro modificare gli stati delle luci crea contrasto rendendo il tutto piu' visibile. Come per le strisce nere / bianche sotto le ali per migliorare la visibilita' le luci fanno contrasto principalmente lampeggiando o alternando i colori.

1.2   Suggerimenti

  • Le strip binache sono in genere le piu' luminose e visibili, a seguire le rosse.
  • Per gli aerei realizzare uno schema che permetta di indentificare l'orientamento principale: es bianco sotto e rosso sopra.
  • Per i multicotteri serve invece identificare avanti (bianco) / dietro (rosso), per gli elicotteri anche i lati es dx (verde) sx (blu) (illusione Ballerina girevole).
  • I lampeggi creano contrasto e diminuiscono i consumi, i cambi di intensita' sono meno percettibili

3   Schede Arduino

3.1   Software

Andrea ha scritto una libreria base contenente vari comandi base per la gestione delle luci, qualche esempio di semplici state machine FSM per gestirle, raccolta di alcuni aerei gia' testati. Potete trovarla su http://git.andreamanni.com/ aerei con Arduino .

3.3   Sensori

Le luci oltre che lampeggiare e cambiare di intensita' / colore in base a un programma predefinito possono reagire a vari stimoli se pilotate da un micro controllar:

5   Vari / eventuali

Nota bene: Nei laboratori non si vendono o si spediscono Kit!

I docenti e i makers preparano le liste dei componenti utili alle attivita' dei corsi e ai progetti in opera, vengono selezionate le migliori offerte del momento per l'acquisto di questi in Cina (tramite venditori o direttamente dalle fabbriche) ottimizzando tempi e costi di spedizione. Gli studenti e i frequentatori del laboratorio pagano e lanciano gli ordini, non c'e' nessuna attivita' di vendita a scopo di lucro. Una volta ricevuti i componenti questi vengono assemblati dagli interessati. Sul Wiki vengono raccolte e condivise dagli utenti (con la supervisione dei makers esperti) informazioni utili all'uso dei componenti.

Le liste dei componenti e le linee guida sono condivise con chiunque (visitatori, scuole, laboratori) senza offrire nessun servizio di rivendita.
Gli ordini e la preparazione dei kit a Modena vengono gestiti da Andrea Manni con gli studenti dei corsi di Arduino, lo staff di MakeItModena non dispone ne' di kit ne di scorte per questi.
Non c'e' nessuna affiliazione con nessun venditore particolare.

Siamo ben lieti di assistere gli operatori delle scuole pubbliche per i loro primi ordini all'estero: usate il forum di discussione o contattateci tramite email. Andrea in genere e' presente nel laboratorio di Via Barchetta al Mercoledi' sera.

Forum per gli acquisti di gruppo